acidi esfolianti

Qual è il segreto di una pelle luminosa e libera dalle impurità? Gli esfolianti chimici!

Hai sempre desiderato avere una pelle luminosa e raggiante?

Fortuna che sei qui perché oggi ti svelerò come ottenerla.

Ciao sono Monia, truccatrice e creatrice di contenuti con l’obiettivo di incoraggiare le persone ad utilizzare meno trucco.

Ho sempre sostenuto che uno dei segreti per “rinunciare” al troppo trucco sia la cura della pelle. Una skincare basica, funzionale e soprattutto sostenibile nel lungo tempo.

So benissimo che tra gli impegni quotidiani spesso il tempo per la cura di se stessi viene meno, è per questo che tutti abbiamo bisogno di puntare su pochi prodotti di bellezza, ma quelli giusti.

Ho sempre sostenuto che la cura della pelle batte a tappeto il trucco, semplicemente perché il make-up non ha alcun potere di fronte ad una pelle trascurata, anzi spesso ne peggiora l’aspetto.

Un tempo (non molto lontano) la mia pelle grassa aveva una tendenza acneica.

Oggi grazie ad una skincare molto semplice, basica e soprattutto costante ho raggiunto un PROGRESSO di cui vado dannatamente fiera.

acidi esfolianti
La foto alla tua sinistra è stata scattata con una fotocamera da cellulare che non è in grado di catturare tutte le imperfezioni. La foto alla tua destra è stata scattata con una macchinetta fotografica professionale e ha catturato bene tutta la texture della pelle.
Nonostante ciò i risultati sono evidenti.

Devo confessarti che i prodotti essenziali della mia skincare sono proprio gli acidi esfolianti, che ad oggi posso definire i miei migliori amici.

Se vuoi sapere di più della mia esperienza ti lascio questo post: Pelle grassa e imperfezioni addio: la skincare che mi ha cambiato la pelle

Se la mia pelle è migliorata lo devo anche a loro ed è per questo che voglio assolutamente parlarti dei loro poteri “magici”.

Capisco che all’inizio l’idea di spalmare un “acido” sulla faccia potrebbe non essere molto allettante, ma dopo che li avrai conosciuti tutti i tuoi dubbi si dissolveranno in una nuvola di fumo.

Non lasciare che il termine ti spaventi, gli acidi esfolianti sono amici della pelle e se utilizzati in modo consapevole rappresentano un booster di bellezza. Non a caso stanno comparendo in un numero sempre maggiore di cosmetici.

acidi esfolianti
Credits: pinterest.com

Questi acidi rinnovatori aiutano a contrastare le imperfezioni della pelle e la comparsa dei segni del tempo.

Sono detti rinnovatori proprio perché rimuovono lo strato superficiale offrendo una moltitudine di benefici per la pelle:

  • levigano
  • illuminano
  • rassodano
  • purificano

Tutto ciò lo fanno attraverso l’esfoliazione.

Ma cos’è l’esfoliazione?

Bene, è giunto il momento di addentrarci nel vivo dell’articolo per capire di cosa stiamo parlando esattamente. 

Indice

1. Gli acidi esfolianti eliminano la pelle vecchia rivelando una pelle luminosa

L’esfoliazione è l’eliminazione dello strato superficiale della pelle, costituito da cellule morte.

Gli acidi esfolianti sono dei maestri assoluti nel farlo e ad oggi non si conoscono metodi migliori che possano sostituirli.

Per fare una metafora è come se sciogliessero la “colla” che tiene unite le cellule morte in superficie, ovvero la causa principale di una pelle opaca e spenta.

La cosa più interessante è che lo fanno in modo delicato senza causare eccessiva irritazione o secchezza come invece possono fare gli scrub (di cui parleremo a breve). 

Il compito degli acidi dunque è rimuovere le cellule morte per rivelare una carnagione più luminosa e radiosa.

acidi esfolianti viso
Credits: pinterest.com

Ma non è tutto, perché gli acidi esfolianti hanno anche un altro super potere che è quello che ha salvato la salute della mia pelle:

Gli acidi calmano le infiammazioni della pelle agendo da antibatterici, riducono le imperfezioni e l’aspetto dei pori dilatati.

Sembra magia ma è pura scienza.

Tuttavia chi non li ha mai utilizzati dovrebbe cominciare con estrema cautela.

Un modo semplice per incorporarli potrebbe essere iniziare con un detergente a bassa concentrazione di acidi. Un approccio molto delicato che prevede un breve contatto con la pelle dato che il detergente va risciacquato. 

Infatti la sua efficacia di azione è direttamente collegata al tempo di permanenza sulla pelle.

Sebbene diversi tipi di acidi (a breve vedremo quali sono) possano essere addirittura combinati tra loro, è fondamentale non esagerare soprattutto all’inizio

Ti avverto, è molto difficile contenersi quando vedi i primi risultati ma fai attenzione perché seppur pensati per essere applicati sulla pelle possono causare irritazioni o fenomeni come lo skin purging.

Se vuoi sapere di più seguimi nelle righe successive.

Gli acidi esfolianti provocano lo skin purging?

Un eccessivo utilizzo degli acidi esfolianti può alterare e distruggere la barriera protettiva della pelle, portando irritazione, disidratazione e desquamazione.

È meglio iniziare con una bassa concentrazione (non oltre il 2%) alcune sere a settimana e aumentare gradualmente le applicazioni per abituare la pelle alla sostanza.

Questo piccolo accorgimento ti aiuterà anche a prevenire una seconda controindicazione temporanea chiamata “skin purging”.

La parola significa letteralmente “spurgo della pelle” e questo fenomeno consiste nell’improvvisa comparsa di brufoli causata dall’introduzione degli acidi esfolianti. Si manifesta soprattutto su pelli con impurità nascoste.

esfoliazione chimica acne
Credits: itsnicethat.com

Questo non deve assolutamente spaventarti anzi, è un chiaro segnale del fatto che il prodotto sta funzionando e la tua pelle si sta ripulendo da tutta la sporcizia accumulata.

[Gli esfolianti velocizzano il turn over cellulare attraverso l’eliminazione delle cellule cutanee morte. In questo modo, l’intero ciclo di rigenerazione cellulare viene accelerato rivelando le impurità sottopelle]

Lo skin purging è ovviamente un processo necessario e temporaneo, ma devi avere la pazienza di sopportarlo il tempo necessario affinché la pelle smetta di ripulirsi del tutto.

Questo periodo varia a seconda di quanto è impura la pelle, ma in genere è necessario un ciclo di turnover cutaneo pari a quattro settimane affinché il fenomeno termini del tutto.

Essere pazienti e continuare ad utilizzare gli acidi è il segreto per superare lo skin purging: bisogna aspettare che la pelle si ripulisca.

Se riesci a superare questa prima fase sgradevole, potrai osservare la pelle migliorare drasticamente di giorno in giorno e ottenere i risultati desiderati.

Nel frattempo è importante non premere i brufoli ed evitare di preoccuparsi per l’aumento delle impurità visibili.

Ricorda: è solo una fase che ti serve a raggiungere il miglioramento definitivo.

Personalmente ho una pelle misto/grassa e ho sopportato lo skin purging per circa un mese.

Lo rifarei?

Ad occhi chiusi.

Perché ad oggi ho una pelle più bella, più pulita, luminosa, radiosa e dopo aver abituato la mia pelle, posso utilizzare gli acidi quotidianamente e migliorarla sempre di più.

Nella mia routine di bellezza utilizzo sempre un detergente a base di acido salicilico, a cui accosto una lozione a base di acidi da applicare solo la sera dopo la detersione.

A questo punto però potrebbe sorgerti una domanda spontanea:

Fare lo scrub è la stessa cosa di utilizzare gli acidi esfolianti?

Beh seguimi perché rimarrai davvero a bocca aperta per quello che sto per dirti.

2. La differenza tra esfoliazione fisica e chimica

I dermatologi sono d’accordo: lo scrub danneggia la pelle.

(Ciò significa che è ora di abbandonare il tuo scrub al guscio di albicocca.)

Conosciuto anche come esfoliazione meccanica, questo metodo utilizza granuli o perline per rimuovere fisicamente lo strato superiore della pelle

esfoliazione pelle

L’altra opzione è (si hai indovinato) ciò di cui abbiamo parlato finora, ovvero l’esfoliazione chimica. Che come abbiamo visto dissolve le cellule morte sullo strato più esterno della pelle.

Ok, ma qual è la differenza tra i due metodi?

L’esfoliazione meccanica, ovvero i cosiddetti scrub, spesso irritano la pelle e la danneggiano, causando microlesioni invisibili ad occhio nudo. La pelle viene ferita e spogliata della sua barriera protettiva.

Proprio per questo motivo gli scrub non possono essere utilizzati da chi ha la pelle infiammata, oppure da chi soffre di acne. I granelli romperebbero papule e pustole infettando anche i pori puliti.

Anche con l’esfoliazione chimica ci sono dei rischi di irritazione?

Si ci sono, ma solo se si esagera con la frequenza di applicazione.

Gli acidi esfolianti infatti sono progettati appositamente per proteggere la pelle dalle irritazioni mentre viene trattata:

Gli esfolianti chimici lasciano meno spazio agli errori.

Gli scrub dipendono molto da chi li utilizza. Se si esagera anche solo con la pressione applicata o si massaggia per troppi minuti, può ledere la pelle

Non a caso, dopo aver utilizzato uno scrub solitamente si ha una sensazione pelle che tira e poi nei giorni a seguire assisterai ad una sgradevole desquamazione.

Gli esfolianti chimici, al contrario, non devono essere sfregati sulla pelle, fanno il loro lavoro da soli e puoi applicarli delicatamente con un dischetto o semplicemente con le mani.

Questo significa che se rispetti le fasi di applicazione il rischio di inciampare in irritazioni o desquamazioni è pari a zero
.

Che è esattamente quello che vuoi quando parli di acidi.

Non è vero? xD

La maggior parte degli acidi rientra in due categorie

Gli acidi amici della pelle sono divisi in due categorie diverse che si distinguono per la loro composizione. Ovvero per come è disposta la loro catena chimica.

acidi esfolianti differenza
Credits: Musa.digital

Questo chiaramente si rispecchia anche nella loro efficacia, infatti alcuni acidi sono specifici per alcune problematiche piuttosto che per altre e viceversa.

Vediamo in poche parole quali sono queste categorie:

  • Alfa idrossiacidi (AHA): Gli alfa idrossiacidi noti anche come AHA, derivano da ingredienti naturali o sintetici e possono essere utilizzati su gran parte dei tipi di pelle. Gli AHA sono solubili solo in acqua, il che significa che sono attivi solo sulla superficie della pelle (e non vanno oltre). Questo gli permette di essere estremamente efficaci nell’illuminare e rendere radiosa la pelle. Le forme comuni di AHA includono acido glicolico, lattico, citrico e malico.

  • Beta idrossiacidi (BHA): i BHA allo stesso modo possono avere origini naturali o sintetiche e sono indicati anche per le pelli più grasse. Questi sono solubili in olio e composti da molecole più piccole quindi possono penetrare nei pori per eliminare delicatamente pelle morta, batteri, sebo e detriti che li ostruiscono. Ecco perché sono particolarmente indicati per il trattamento della pelle grassa con presenza di imperfezioni. Un esempio di BHA è l’acido salicilico ed è famoso per le sue proprietà antinfiammatorie.
Sia gli AHA che i BHA esfoliano.

Entrambi aiutano a rimuovere le cellule morte, di conseguenza a levigare e illuminare la pelle, eliminare le pellicine e addirittura a ridurre le lesioni dovute all’acne.

Ma allora qual è la differenza più sostanziale tra AHA e BHA?

La differenza principale è che i BHA sono in grado di penetrare lo strato lipidico tra le cellule della pelle e gli AHA invece no

Quindi gli AHA esfoliano solo la superficie della pelle, mentre i BHA possono liberare i pori dalla sporcizia. 

Detto questo, ora possiamo meglio comprendere per quale motivo possono funzionare bene se utilizzati insieme (potresti vedere sia AHA che BHA sull’etichetta di un prodotto). 

In conclusione: è giusto che tu conosca le loro differenze ma sappi che anche insieme formano una coppia fantastica.

3. Quali acidi usare, in base alle tue preoccupazioni sulla pelle

Acne:

L’acido salicilico è sicuramente il tuo best friend (io ne sono dipendente). 

Da quando ho scoperto che è davvero in grado di penetrare nel poro e fermare un maledettissimo brufolo, non riesco più a farne a meno. 

L’acido salicilico è perfetto per chi ha la pelle grassa e mista.

acidi esfolianti peeling glicolico

Inizia sempre con una bassa concentrazione per un paio di sere a settimana per poi passare a notti alterne ed infine ogni notte.

Ti sorprenderai dei risultati.

BONUS PILL: Se vuoi una soluzione definitiva che possa attenuare le tue imperfezioni dovute all’acne ti consiglio di utilizzare anche un siero a base di retinolo. Assicurati però di alternare l’utilizzo dei due prodotti (es: BHA/AHA al mattino e retinolo la sera)

Se hai la pelle grassa e acneica leggi anche: Pelle grassa e imperfezioni addio: la skincare che mi ha cambiato la pelle

Linee sottili e rughe:

Se desideri attenuare linee di espressione o rughe esiste l’acido glicolico

Non a caso è l’acido ideale per le pelli mature perché oltre all’esfoliazione è in grado di apportare anche una quota di idratazione. Inoltre aiuta a stimolare la produzione di collagene. 

Più bassa è la concentrazione di acido più è alta la probabilità di usarla ogni giorno; se la concentrazione è alta sarebbe bene utilizzarlo con una frequenza più bassa. 

In caso di pelle sensibile, soggetta ad irritazioni puoi optare per gli acidi lattico e mandelico che rappresentano alternative più delicate.

L’acido mandelico è particolarmente adatto ad una pelle grassa, ma allo stesso tempo molto reattiva e sensibile.

Iperpigmentazione:

Se hai una problematica di macchie scure (come quelle solari o da brufolo) potresti beneficiare ancora una volta delle proprietà dell’acido glicolico. Sono ampiamente diffusi i peeling all’acido glicolico che favoriscono una magnifica esfoliazione superficiale.

Il discorso rimane lo stesso se hai la pelle sensibile e reattiva: ti conviene puntare sugli acidi lattico e mandelico per non rischiare irritazioni, ma potresti beneficiare anche delle proprietà schiarenti dell’acido citrico (vitamina C).

quando usare esfoliante viso
Photography courtesy of Int J Womens Dermatol/PubMed Central

Grana della pelle e luminosità:

Quando la grana della tua pelle sembra irregolare, oppure è ricca di pellicine in superficie o ancora si mostra opaca, ricca di imperfezioni sottocutanee gli acidi da utilizzare solo quello retinoico e il glicolico.

L’acido retinoico agisce sull’accelerazione del rinnovo cellulare, mentre quello glicolico rimuove lo strato superficiale. Otterrai una grana della pelle più raffinata e una pelle che risplende di luce propria.

esfoliazione pelle impura

Tipi di acidi comuni nei cosmetici

Glicolico:

Forse il più famoso di tutti è un AHA (alfaidrossiacido) che si ricava dalla canna da zucchero.

Il glicolico è un acido estremamente efficace sul rinnovamento cellulare in quanto ha una delle strutture molecolari più piccole nella famiglia degli AHA, quindi può lavorare più in profondità. 

Esfolia le cellule morte della pelle e può stimolare la produzione di collagene per levigare le linee sottili e le rughe.

Può essere incluso in qualsiasi tipo di cosmetico tra cui tonici, sieri, creme, maschere e detergenti, ma solitamente dimostra la sua piena efficacia quando utilizzato sotto forma di tonico, siero o di peeling.

Salicilico:

Di lui te ne ho già parlato ampiamente e ribadiamo che è sicuramente l’acido fondamentale per la pelle grassa con tendenza all’acne.

Questo BHA viene estratto da varie piante (salice bianco, spirea) ed è un acido liposolubile, il che lo rende perfetto per sciogliere il sebo in eccesso (soprattutto quello che si è indurito nei pori).

Il salicilico elimina le cellule morte della pelle, reprimendo anche l’infiammazione e contrastando gli sfoghi dell’acne, anche quelli che avvengono sul corpo.

acne rimedi con gli acidi
Credits: stylecraze.com

È adatto anche per curare la dermatite oppure ad altri tipi di pelle non inclini all’acne, con l’accortezza di ridurre le applicazioni.

Puoi trovare l’acido salicilico in tutti i cosmetici, ma per un’efficacia estrema ti consiglio di utilizzare una lozione post detersione, oppure sotto forma di siero.

Posso usare l’acido salicilico se sono allergica/o all’aspirina?

I cosmetici contengono acido salicilico invece l’aspirina contiene acido acetil-salicilico. Sono due composti diversi per cui non dovresti avere reazioni. Tuttavia ti consiglio di sperimentare il prodotto su una piccola area di pelle (non sul viso) per verificare la reazione.

Mandelico:

Possiamo definire l’acido mandelico come una versione più delicata di tutti gli AHA infatti è particolarmente indicato per pelli estremamente sensibili. L’acido mandelico si ricava dalle mandorle e ciò che lo rende così delicato è la struttura che possiede.

Molecole più grandi che non sono capaci di penetrare a fondo nella pelle, per questo motivo riesce ad esfoliare solo la parte più superficiale. Il mandelico è un acido perfetto anche per chi vuole effettuare il primo e cauto approccio agli acidi esfolianti.

Lattico:

Anche l’acido lattico è riconosciuto per la sua delicatezza ed è anche questo perfetto per pelli sensibili o con tendenza ad essere secche e screpolate. Questo AHA è un derivato dal latte, ma ci sono alternative a base vegetale se sei vegana/o

L’acido lattico è particolare perché non solo esfolia, ma accelera il ricambio cellulare e ravviva la produzione di collagene, rendendo la pelle più soda e levigata.

Si tratta di un acido talmente delicato che puoi trovarlo in combinazione ad altri acidi, il che a mio parere lo rende ancora più efficace.

Citrico:

L’acido citrico è un membro della famiglia degli AHA che viene estratto dagli agrumi. Viene utilizzato a concentrazioni di norma inferiori all’1% può essere utilizzato anche come agente esfoliante per il trattamento delle macchie.

L’uso di prodotti con acido citrico contribuisce a rimpolpare ed illuminare la pelle. A causa del fatto che può esistere solo a basse concentrazioni è uno degli acidi meno aggressivi.

Ialuronico:

Questo acido seppur definito in questo modo è completamente diverso dagli altri di cui abbiamo parlato fin ora. L’acido ialuronico si estrae dalla fermentazione del grano ed è definito acido ma non è esfoliativo.

Lo ialuronico è un acido umettante con il compito di mantenere un corretto stato di idratazione della pelle. È anche una sostanza che il tuo corpo produce naturalmente, soprattutto in tenera età, quindi è sicuramente molto più familiare alla tua pelle.

Non devi però considerarlo un acido con capacità illuminanti o rinnovatrici della pelle, lo ialuronico è un magnifico acido idratante.

4. I migliori prodotti skincare contenenti acidi esfolianti

Consigliati principalmente per pelle grassa:

1
COSRX liquid BHA Blackhead Power Liquid €19,60

miglior esfoliante chimico viso

L’esfoliante punti neri BHA Blackhead Power Liquid di COSRX è un esfoliante a base di BHA al 4% che aiuta a purificare la pelle, decongestionare i pori e ridurre la formazione di punti neri. L’efficacia è clinicamente testata contro i punti neri e il sebo in eccesso. Coniuga le proprietà idratanti dell’acido ialuronico con la corteccia di salice bianco e la niacinamide, per illuminare e purificare la pelle eliminando delicatamente le impurità e le cellule morte.

2
Indie Lee Clearing Mask €55,00
maschera con acidi esfolianti

Una maschera viso a base di acido salicilico e acido glicolico che aiuta ad esfoliare le cellule morte della pelle in modo delicato ma efficace. Gli estratti di ossido di zinco, camomilla e alga rossa leniscono e nutrono la pelle, mentre l’argilla bentonitica e lo zolfo rimuovono delicatamente le impurità. Ideale da effettuare come maschera detossinante e illuminante.

3
COSRX Salicylic Acid Daily Gentle Cleanser €13,00
detergente con acidi esfolianti

Il detergente all’acido salicilico di COSRX aiuta a trattare e prevenire le eruzioni cutanee. Arricchito con una potente miscela di olio di tea tree, acqua di corteccia di salice e acido salicilico allo 0,5%, il detergente rimuove delicatamente lo sporco, il sebo in eccesso contrastando le cause scatenanti di imperfezioni e acne.

4
Paula’s Choice Skin Perfecting 2% BHA Liquid Exfoliant da €15,00
lozione a base di acidi esfolianti

Con una consistenza fluida simile ad un tonico, questo esfoliante liquido a base di acido salicilico al 2% è un elemento essenziale per la cura della pelle mista, grassa ed acneica. Questa formula non abrasiva rimuove le cellule morte sulla superficie della pelle ed il sebo all’interno dei pori.

5
Dr Dennis Gross Pore Perfecting Refining Serum €76,95
siero con acidi esfolianti

Il siero perfezionatore riduce la visibilità dei pori dilatati e contrasta le imperfezioni. La sua formula leggera dalla texture scorrevole si assorbe rapidamente rendendolo perfetto per pelli grasse e miste. Gli idrossiacidi che lo arricchiscono, come quello glicolico, lattico, malico, citrico e salicilico, agiscono in sinergia per rimuovere le cellule morte della pelle, liberando i pori ostruiti dalle impurità.

6
Pixi Clarity Concentrate Clarifyng Serum €26,45
prodotti acidi esfolianti viso

Questi siero a base d’acqua grazie all’acido salicilico esfolia la cute, libera i pori ostruiti e riduce l’aspetto di quelli allargati. Il siero è arricchito con acido lattico che affina la trama e una miscela di probiotici offre un’azione riequilibrante, contrastando la lucidità e il sebo in eccesso. Infine, l’aloe vera attenua i rossori e calma le irritazioni.

7
Medik 8 Blemish Control Pads €24,45
dischetti esfolianti per il viso

Un trattamento che può essere utilizzato quotidianamente per purificare in profondità, aiutando ad eliminare i punti neri e l’olio in eccesso. I dischetti di cotone sono imbevuti di acido salicilico concentrato al 2%, che agisce per eliminare la pelle morta, aiutare a riequilibrare il sebo e combattere le eruzioni cutanee.

8
Vichy Normaderm Phytosolution Crema Anti Acne €17,00
crema esfoliante pelle grassa

Un trattamento correttivo Vichy che contiene principi attivi come l’acido salicilico di origine naturale e agisce efficacemente contro le imperfezioni della pelle causate dall’acne. Al tempo stesso, favorisce anche il rinnovamento della pelle, rendendola luminosa e perfezionata. La texture è fresca e ultra leggera.

Consigliati per pelle grassa normale o sensibile:

1
Dynamic Resurfacing Facial Pads Elemis €50,00
migliori dischetti esfolianti viso

Questi dischetti delicati ma efficaci offrono la tecnologia brevettata Tri-Enzyme (contenente 3 enzimi) combinata con l’acido lattico, per ridurre l’aspetto di macchie scure, pori e trama irregolare della pelle. I dischetti grazie alla loro trama sollevano fisicamente le cellule morte quando passano sulla superficie della pelle, lasciandola significativamente più liscia e luminosa

2
The Ordinary Glicolic Acid 7% Solution €7,95
acido glicolico esfoliante viso

Glycolic Acid 7% Toning Solution è una lozione per il viso con il 7% di acido glicolico. L’acido glicolico esfolia in maniera efficace lo strato superficiale della pelle, eliminando le cellule morte, minimizzando l’aspetto dei pori, riducendo le irregolarità dell’incarnato. Nella formula sono contenuti il peperoncino rosso della Tasmannia, l’aloe vera e il ginseng che offrono benefici lenitivi.

3
The Ordinary Mandel Acid 10% €5,95
acido mandelico viso

Questo siero con acido mandelico 10% di The Ordinary illumina e affina l’incarnato, una soluzione che esfolia gli strati cutanei superficiali in modo più delicato rispetto ad altri alfaidrossiacidi (AHA). Questo lo rende adatto a tutti i tipi di pelle, anche le più sensibili. La formula illumina e uniforma, favorendo un aspetto fresco e affinato.

4
Good Genes Glycolic Acid Sunday Riley €48,00
acido glicolico siero pelle luminosa

Ricco di acido glicolico purissimo questo siero sublima le pelli spente, danneggiate dal sole o segnate dalle imperfezioni, grazie alle sue minuscole molecole di acido glicolico. Sin dalla prima applicazione, l’incarnato appare visibilmente più luminoso. Ideale per le pelli sensibili, l’estratto di fico d’India lenisce la pelle, mentre l’estratto di citronella svolge un’azione purificante.

5
Filorga Age-Purify Clean Gel Nettoyant €20,99
detergente viso pelle luminosa

Con questo gel detergente appositamente formulato oggi è possibile contrastare allo stesso tempo segni dell’età e brufoli. Questo gel leggero, che rimuove delicatamente impurità e sporco lasciando il viso rinfrescato, è il compagno perfetto per le pelli mature miste o grasse. In soli sette giorni offre risultati visibili, regalandoti gradualmente una maggiore radiosità e una luminosità naturale

6
Filorga Oxygen Peel Lotion €23,00
lozione per illuminare la pelle

Lozione/tonico che combina una miscela di acidi esfolianti tra cui glicolico, salicilico e malico che restituisce alla pelle idratazione e riduce la visibilità di rughe e linee sottili. La combinazione di BHA e AHA garantisce anche una riduzione della visibilità dei pori e delle imperfezioni levigando la pelle, per un incarnato luminoso e fresco.

7
Versed Overnight Facial Peel €20,45
maschera peeling viso

Il peeling facciale di Versed è progettato per essere lasciato durante la notte per svolgere il suo lavoro. È una crema-balsamo con una miscela di AHA esfolianti che rimuove la pelle morta lasciandola luminosa e levigata. Contiene anche vitamina A (retinolo) un potente anti-età mentre allantoina, rosa canina e vitamina E agiscono per lenire e idratare.

8
Crema Ricca Acido Glicolico SPF 20 Collistar €35,00
crema viso illuminante

Una crema ricca adatta a pelli mature, secche, sensibili e normali è stata appositamente studiata per ottimizzare la veicolazione dell’Acido Glicolico, rinforzare l’equilibrio idro-lipidico cutaneo e conferire nutrimento e comfort all’epidermide. La concentrazione dell’acido glicolico è stata resa più delicata dall’unione degli acidi mandelico, gluconico e lattobionico assicurando un’azione esfoliante graduale e non aggressiva.

Conclusione sugli acidi esfolianti

Dopo che hai letto tutti i poteri magici degli acidi esfolianti sono certa che non vorrai assolutamente rinunciare a tutti i benefici che possono apportare alla tua pelle.

Per far si che tu possa apprezzarne i risultati però ti esorto ancora una volta ad utilizzare correttamente questi prodotti.

Gli acidi BHA e AHA sono rinnovatori della pelle ed una pelle appena rinata ha bisogno di protezione. Per questo motivo mettere una protezione solare quando si utilizzano gli acidi esfolianti diventa opportuno soprattutto se ci si espone direttamente al sole.

È molto importante che tu sappia che gli acidi esfolianti vanno utilizzati per lo più nel periodo che va dall’autunno alla primavera.

Gli acidi esfolianti a bassa concentrazione possono essere utilizzati per tutto l’anno, ma il periodo ideale per utilizzare quelli ad elevate concentrazioni è l’inverno (quando si presume che l’esposizione solare sia ridotta).

In effetti se vuoi fare un approccio a questi prodotti ti trovi nel periodo ideale per iniziare!

Spero che hai imparato tutto (o quasi) su questi meravigliosi acidi benefattori della pelle. Dato che sono le 11 di sera corro a fare la mia adorata skincare a base di acidi esfolianti.

Ci vediamo in un prossimo post, a presto!

Un bacio, Monia.


Entra a far parte della community di BeautyPills per ricevere aggiornamenti sui nuovi articoli.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here