skin minimalism

“Lo Skin Minimalism è la bellezza del futuro ispirata alla vita reale, che ci salva dal caos che abbiamo creato sulla Terra”.

Ciao io sono Monia, truccatrice e creatrice di contenuti con l’obiettivo di incoraggiare le persone a sentirsi a proprio agio nella propria pelle e costruire una relazione sana con il make-up.

Questo articolo è dedicato allo Skin Minimalism, una filosofia che ha migliorato la mia vita, mi ha aiutato ad acquisire sicurezza e a raggiungere la mia pace interiore.

Ti invito a conoscere a fondo lo Skin Minimalism perché questo cambierà in meglio il tuo modo di vedere la bellezza. Distruggerà le tue gabbie mentali e ti aprirà le porte ad una visione completamente nuove e LIBERA.

Rilassati e lascia che inizi la tua trasformazione interiore.

skin minimalism
Credits: collater.al

In una società impegnata ad urlare e a complicare ogni compito della vita quotidiana, nessuno riesce a trovare il proprio posto nella BELLEZZA.

Tutti navighiamo costantemente in una realtà in cui le persone hanno imparato a nascondersi dietro allo smartphone e a seguire personaggi dei social media, fino al punto di sentirsi a disagio nella propria pelle.

Così, in un mondo che corre veloce e che ci porta a credere che sia meglio essere qualcun altro, la soluzione sta nel: ritorno all’essenziale.

Lo skin Minimalism è una filosofia, che ha molteplici benefici e mette al centro valori importanti come:

  • Il nostro tempo, troppo prezioso per far si che venga sprecato nel tentativo di raggiungere stereotipi di bellezza malsani.
  • Le nostre finanze perché permette di evitare l’acquisto di tutto ciò che non è essenziale o utile
  • La nostra pelle, che viene continuamente stressata da centinaia di prodotti per la mania di essere resa perfetta.
  • Il nostro pianeta, che soffre per tutta l’immondizia che ahinoi siamo in grado di produrre ogni singolo giorno.
Skin Minimalism benefici
@BeautyPills

Oggi, vorrei farti conoscere e abbracciare questo modo di vedere la bellezza, che permette di vivere una vita più calma e improntata sul dare valore a noi stessi.

Di seguito troverai 7 aspetti essenziali che raccontano questa meravigliosa filosofia.

1) Lo Skin Minimalism è un ritorno alla bellezza autentica

A volte sorge in ognuno di noi il desiderio di tornare a dare valore alle cose semplici.

Una semplicità che non è sinonimo di banalità, ma che racchiude qualcosa di più profondo, valori fondamentali come:

  • La diversità, l’inclusione ed il desiderio di essere se stessi.

Sentirsi al sicuro nella propria pelle, essere fieri del proprio aspetto senza sentire il bisogno di stravolgerlo con il trucco o altri mezzi, è l’obiettivo che si pone chi crede nella filosofia dello Skin Minimalism.

Valori che abbracciano chi non ha alcuna intenzione di essere uguale a tanti altri.

Nello Skin Minimalism il trucco non è contemplato come bisogno, ma diventa uno strumento importante per esprimere se stessi.

La necessità di camuffarsi con il make-up lascia spazio alla voglia di mostrarsi per come si è e lascia spazio alla voglia di avere un volto più “pulito, fresco e sano”.

skin minimalism cos'è?
Credits: slufoot.tublr.com

In questa visione della bellezza, vengono abbandonati elaborati rituali di trucco e skincare, che vengono sostituiti solo da ciò che serve davvero: l’essenziale.

Nonostante la basicità di questa filosofia nulla viene lasciato al caso.

Chi adotta questo stile di vita legato alla bellezza, sa che è importante curare la propria pelle e facendolo ne avverte tutti i benefici.

Leggi anche Skincare: come strutturarla e perché è importante farla (bene)

Creare una sana relazione con la propria pelle, permette di riuscire ad apprezzarne ogni singolo cambiamento e trasformazione, oltre a creare una preziosa connessione con se stessi.

Il gesto della cura della pelle rappresenta di per sé un momento di consapevolezza.

Lo Skin Minimalism ha come diretta conseguenza una pelle sana, in cui sana sta a significare curata e non “perfetta”, parola dalla quale dovremmo iniziare ad allontanarci.

La pelle diventa lo specchio della nostra anima: in pace con se stessa, pura e reale.

Proprio per questo motivo lo Skin Minimalism predilige un make-up capace di far emergere la bellezza naturale, che non vuole coprire e stratificare eccessivamente la pelle.

Tutte le complicazioni che derivano da un makeup strutturato ed elaborato improvvisamente spariscono.

“Nessuno ha bisogno di troppo trucco per piacere agli altri”

Questo è il messaggio più potente dello Skin Minimalism.

Il make-up naturale regna sovrano in questo concetto e prevede di utilizzare prodotti leggeri e luminosi, che rispettano le caratteristiche reali.

La pelle seppur truccata rimane radiosa, naturale e anche tutto il resto del volto viene valorizzato attraverso l’essenziale, senza essere trasformato.

Questa visione sposa la convinzione di chi crede che utilizzare troppo trucco non aggiunge valore alla bellezza anzi, spesso lo sottrae.

Tutto ruota attorno all’idea che utilizzare meno trucco sia un segno di rispetto verso la propria bellezza e che questo, influisce su aspetti a cui non diamo abbastanza valore.

2) Lo Skin Minimalism è la possibilità di essere se stessi

In una società in cui tutto viene trasformato e reso finto, chi adotta lo Skin Minimalism ha la fortuna di riuscire a sentirsi a proprio agio in ogni occasione.

Adottare uno stile di make-up naturale e credere nella bellezza autentica è la chiave per poter essere sempre se stessi, che tu stia sul divano in pigiama a guardare Netflix o che partecipi a una serata di gala.

Questa filosofia racchiude tanti valori positivi talmente lontani che sembrano non essere mai esistiti.

Purtroppo la concezione di truccarsi per camuffare le imperfezioni ha sempre dominato la mente di ogni generazione e la riscoperta della spensieratezza, è uno dei punti fondamentali di questa filosofia, che ci chiede di non vedere il trucco come uno strumento “necessario”.

Caratteristiche umane come pori, macchie, rughe, brufoli, linee di espressione e grana della pelle non devono essere visti come una vergogna.

Leggi anche Come applicare il fondotinta per ottenere una pelle naturale

Il make-up è uno strumento creativo, un mezzo con cui semplificarsi la vita e non complicarsela.

Ma attenzione perché il minimalismo non esclude di truccare un volto, propone solo di farlo nel modo più semplice e personale possibile.

Un modo che non ne complica i processi.

Nel minimalismo ognuno può trovare il proprio stile rispettando un unica regola: essere autentici.

Lo Skin Minimalism è l’occasione per gridare che essere la migliore versione di se stessi è molto più importante che cercare di somigliare a qualcun altro.

3) Lo Skin Minimalism è l’occasione di amare la nostra unicità

Una società che ci ha imposto uno standard di bellezza è da condannare su ogni fronte.

Guardarsi allo specchio e trovare un’infinità di difetti non è solo una peculiarità dei giovani, ma anche di adulti che non riescono ad accettare le proprie caratteristiche uniche.

Ad oggi questa è una delle cause che contribuiscono alle malattie psicosomatiche come depressione e disturbi dell’ansia.

Atti di bullismo, discriminazioni razziali e di genere, così come molti altri aspetti negativi della nostra società, derivano proprio dalla non accettazione del “diverso”.

Il ritorno alla bellezza autentica ci insegna che è bello confrontarsi con caratteristiche non comuni, talvolta anche uniche. La vera bellezza sta proprio in questo: non essere uguale agli altri, ma essere veri, unici, se stessi.

L’utopica ricerca della perfezione, deve lasciare spazio alla consapevolezza che la bellezza non può essere determinata da parametri e che anzi, può esistere in forme molto diverse.

Vivere il mondo della bellezza con ansia e frustrazione non è certamente uno degli scopi del nostro mindset.

La morbosa ricerca di prodotti di bellezza che fanno sparire qualsiasi cosa sia NORMALE (rughe, pori, occhiaie, borse…) non rappresenta uno stile di vita sostenibile per la nostra salute mentale.

Leggi anche Trucco naturale senza fondotinta: un look luminoso e raffinato in pochi step

C’è una netta differenza tra avere il piacere di truccarsi e sentirsi costretti a farlo.

È importante sentirsi in confidenza con se stessi ed utilizzare il trucco come un mezzo di valorizzazione e non di frustrazione.

REMINDER: siamo umani, non bambole o cartoni disegnati.

bellezza naturale skin minimalism
Credits: @jamienelson6

4) Lo Skin Minimalism è la consapevolezza di essere attraenti

Chi si rivede nei valori dello skin minimalism ha una visione di bellezza molto più ampia.

Tutti abbiamo un desiderio elementare, oserei dire quasi primordiale: essere attraenti.

È per questo che acquistiamo gli abiti più carini, coloriamo i nostri capelli, ci trucchiamo o mettiamo il profumo prima di uscire.

Tutto questo è normale e fa parte di ogni essere umano, infatti questa filosofia non esclude nulla di tutto ciò, ma lo limita all’essenziale.

Riuscire ad entrare nell’ottica dell’essenziale cambia totalmente le nostre percezioni.

Improvvisamente ci rendiamo conto che non è solo ciò che indossiamo o acquistiamo a renderci attraenti agli occhi degli altri. La bellezza è anche frutto dell’aura che si emana e delle sensazioni positive che si trasmettono a chi ci sta intorno.

Il segreto è avere una buona dose di autostima.

bellezza inclusiva
Credits: pinterest.it

Se accetti il tuo aspetto, ti senti attraente e questo ti fa stare in pace con l’IO interiore. La sensazione di benessere che provi la trasmetti a chi ti circonda e a quel punto, tutti ti vedranno come una persona attraente.

La parte migliore di tutto questo? Non ci stavi nemmeno provando.

La cura della bellezza esteriore è un mezzo potente per poter innescare quella interiore. Ma solo apprezzando la nostra unicità possiamo amarci appieno.

Lo Skin Minimalism è un processo che ti aiuta in questo, ma per immergersi in questa filosofia il primo passo è smetterla di compararsi agli altri.

5) Lo Skin Minimalism è liberarsi dallo shopping compulsivo

Innumerevoli brand ogni giorno propongono prodotti e varianti di quegli stessi prodotti, che finiscono per disorientarci e mandarci in panico. Insomma, quando si tratta di cosmetici e make-up il rischio di cadere nello shopping compulsivo è imminente.

A capo della promozione di questo shopping folle ci sono gli influencer, che ogni giorno presentano l’opportunità di creare ossessioni cosmetiche.

Nessuno di loro è coerente con una filosofia e finiscono per proporci una qualunque soluzione alla nostra preoccupazione.

Si acquista senza senza chiedersi se è necessario integrare tanti prodotti nella propria quotidianità, compromettendo le finanze oltre che la salute e la bellezza della pelle.

Il più delle volte poi si acquista senza avere un minimo di informazione, così si finisce con l’affidarsi a prodotti sbagliati che rischiano di danneggiare la salute della pelle.

E ancora una volta, la necessità di acquistare deriva da quella continua ricerca accanita della perfezione.

L’emblema della pelle di porcellana, porta a credere in prodotti che non sono assolutamente in linea con la realtà e che, ci conducono in uno stile di vita poco pratico e anche poco salutare.

Un esempio? I 10 step della routine coreana.

Ecco, lo Skin Minimalism è in diretta contrapposizione con quello stile di vita davvero poco sostenibile a lungo termine e tra l’altro inefficace.

La filosofia del minimalismo non solo si schiera contro lo shopping compulsivo, ma mira anche a semplificare i passaggi, ponendo l’obiettivo di puntare su quelli che riusciamo a sostenere tra la frenesia della vita quotidiana.

skin minimalism prodotti
Credits: glossier.com

La regola è sempre una: farla semplice.

6) Lo skin Minimalism è il potere di aiutare il pianeta

  • Produciamo circa 396 milioni di tonnellate di plastica ogni anno.
  • Circa 53kg per ogni persona al mondo (ultimi dati disponibili relativi al 2016).
  • Secondo le previsione entro il 2036 la produzione è destinata ad aumentare del 40%.

Questi sono dati spaventosi dato l’imminente allarme lanciato dagli esperti.

La salute del nostro pianeta è in pericolo.

Il settore della bellezza così come ogni altro, contribuisce ad ingigantire questi numeri già abbastanza impressionanti.

Molti brand stanno già da qualche anno provvedendo al contenimento di questo disastro, ma “piccole” realtà, a confronto di un mercato mondiale, non bastano per salvare la Terra.

La tendenza che abbiamo ad accumulare prodotti di bellezza è davvero insensata. Acquistiamo tanti prodotti make-up per poi usare sempre gli stessi e una moltitudine di prodotti skincare che non usiamo mai.

L’ultimo trend si chiama decluttering, un modo per fare spazio e liberarsi da ciò che non ci serve. Il che è davvero fantastico, ma spesso rappresenta solo una scusa per acquistare cose nuove.

Il decluttering va fatto con consapevolezza: riciclare ciò che è riutilizzabile, donare ciò che possiamo a chi ha più bisogno di noi, ecco lo scopo. Non tornare a riempire gli spazi vuoti con altri prodotti.

Adottare una skin care ed un make-up minimalista vuol dire anche adottare uno stile di vita sostenibile per il pianeta.

Una filosofia di vita che ci aiuta a produrre meno immondizia è il più grande beneficio che attualmente possiamo desiderare per proteggere la nostra casa: il mondo.

clean beauty
Credits: pinterest.it

Bisogna essere meno egoisti. Oggi, ora, ognuno di noi è chiamato a fare la propria parte.

7) È un Mindset “interno” non un trend “esterno”

Lo Skin Minimalism riprende la filosofia del “Less is More” e queste scuole di pensiero rappresentano uno stato mentale.

Il 2020 è stato per l’occidente l’anno del trend del make-up naturale e della bellezza minimale, tuttavia non è un segreto il fatto che abbia preso piede dopo un periodo di “terrore” dovuto alla pandemia.

Il che dovrebbe farci capire quanto questo mindset sia puro e ricco di significato.

Infatti durante questa pandemia abbiamo dato più valore alle cose essenziali, a ciò che davvero conta. Questo atteggiamento si è catapultato in tutti gli aspetti della nostra vita, compresa la sfera della bellezza personale.

Ma mentre nei paesi occidentali è stato etichettato come un trend, in Giappone la tendenza al minimalismo della bellezza è già profondamente radicata con il nome di Su-Hada.

trucco naturale
Credits: pinterest.it

“素” (“su”) che significa nudo o scoperto, e “肌” (“hada”) che significa pelle, tradotto approssimativamente Su-Hada significa pelle nuda.

Su-Hada è il concetto che racchiude i valori positivi dello Skinimalism.

Valori che non riguardano solo la bellezza, ma che raccontano un vero e proprio stile di vita praticabile da chiunque ne voglia beneficiare.

Lo Skin Minimalism è un mindset che da più valore: al tempo, alla bellezza, alla pace interiore, alla propria autostima, all’unicità, all’essenziale, alla semplicità, al mondo in cui viviamo.

Tutto diventa improvvisamente più sostenibile, anche il peso della vita.

Questa mentalità aiuta a trovare la libertà nel poter esprimere chi siamo davvero, senza porci le sbarre di un sistema che non sembra volere il nostro bene.

Vivere con una filosofia che abbraccia l’idea di una bellezza più pura e reale, è qualcosa che viene da dentro e che cambia la tua visione del mondo.

Si da valore alle cose davvero importanti, si vive una vita più calma, improntata sul nostro benessere fisico e mentale.

Beauty Pills è Skin Minimalist

Beauty Pills è un blog che affonda le radici in questa visione di bellezza, che va in diretta contrapposizione con quella finta e costruita che ogni giorno ci viene proposta praticamente ovunque.

Chi come me crede nello Skin Minimalism, crede che la bellezza, la semplicità e l’autenticità debbano coesistere, al fine di poter aggiungere valore senza sottrarre nient’altro a ciò che ci circonda.

Skin Minimalism is the future.

Skin Minimalism is a beautiful state of mind.

A presto,
un bacio, Monia.

Entra a far parte della community di BeautyPills per ricevere aggiornamenti sui nuovi articoli.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here