Source: UnaDonna

Tutte le mie Beauty Pills sulla matita nera, il prodotto più utilizzato del make-up

Rieccoci! Oggi ho deciso di parlarvi del prodotto forse più utilizzato nel mondo del make-up, la matita nera!
Rappresenta il grande classico intramontabile presente nel beauty di ogni donna, eppure non sempre si conosce la versatilità di questo cosmetico, in grado di cambiare il nostro sguardo in pochi gesti. Curiose di sapere tutto?

Partiamo con il dire che l’ applicazione della matita nera, varia a seconda delle forme di occhio. Ci sono delle “regole” generali che ci guidano, a seconda di ciò che vogliamo ottenere, allungare? Ingrandire? Rimpiccolire? Vediamole insieme…

Allungare l’occhio

La matita nera, ci può aiutare a ricreare un effetto “occhi di gatto” in poche mosse, come? Applichiamo un linea di matita all’attaccatura delle ciglia superiori, realizzando una codina che si allunga verso l’esterno, prendiamo un pennellino piccolo da sfumatura e andiamo a sfumare leggermente il bordo, portando il colore sempre verso l’esterno. Possiamo fare lo stesso procedimento anche lungo rima inferiore esterna (e volendo anche interna) avendo cura di unirla alla codina superiore. Avremo un effetto un pò fumè, molto elegante e sensuale per via dell’effetto occhio allungato. Possiamo utilizzare questa tecnica da sola, oppure per completare un trucco occhi già realizzato. Utilizzeremo una matita morbida, in modo da avere tempo di sfumarla prima che si fissi, per la rima interna invece, sempre una waterproof.

Source: @chealseasmakeup

Rimpicciolire l’occhio

Questo è risaputo, mettere la matita nera all’interno della rima inferiore rimpicciolisce l’occhio. Mi piace farlo per lo più per trucchi da sera, quando voglio puntare sullo sguardo, tranne se, si tratta di un occhio già si per se molto molto piccolo. Se invece, avete occhi grandi, va bene utilizzarla anche di giorno, mettendola nella rima interna inferiore e interna superiore, completate con un filo di mascara e otterrete subito un occhio più magnetico. Attenzione ad utilizzare una matita waterproof, altrimenti l’effetto panda con il passare delle ore, sarà assicurato!

Source: ScoopWhoop

Ingrandire l’occhio

Anche questo è un effetto ottico che possiamo realizzare con la matita nera, in particolare un kajal, in quanto dovremmo adottare una tecnica chiamata tightlining, che prevede di colorare la rima superiore interna (lo spazio infraciliare per intenderci) senza lasciare spazi bianchi. Successivamente passare a colorare la rima inferiore ESTERNA, sta proprio qui il trucchetto che farà la differenza. Se avete occhi sensibili e che quindi tendono a lacrimare molto, evitate il tightlining per scongiurare il rischio sbavature, potete però applicare un po di colore sulla rima superiore esterna, senza quindi dover toccare la rima interna. Inoltre per amplificare l’effetto, si può applicare una matita color burro nella rima inferiore interna. L’occhio apparirà subito più grande, per una sguardo da cerbiatta.

Source: Pinterest

Base per gli ombretti

La matita nera è un’ottima alleata soprattutto quando vogliamo realizzare uno smokey eye, applicandola come base prima di un ombretto ci aiuterà a farlo apparire più intenso ma soprattutto ad aumentarne la tenuta. E’ perfetta ad esempio quando vogliamo creare uno smokey nero, andremo a colorare metà palpebra mobile, per poi sfumare la matita stendendo il colore su tutta la palpebra e, successivamente, andremo a picchiettarci su un ombretto nero, che risulterà moooolto più nero! Possiamo utilizzare la stessa tecnica anche con ombretti più chiari, per scurirli di qualche tono. Vedrete che durata e intensità saranno duplicati! Anche in questo caso occorrerà una matita morbida, facile da sfumare.

Source: @pinterest

Da sostituire all’eyeliner o come linea guida

Se il vostro problema è quello di applicare un eyeliner preciso, la matita nera può risolvere il problema! Potete infatti usarla, come se fosse un vero e proprio eyeliner in penna, la differenza sta nel fatto che la mina di una matita sarà più facile da gestire, rispetto alla punta di una penna ricca di colore. Anche se non avete la mano ferma usando la matita non si noteranno grosse imperfezioni, ma soprattutto saranno più facili da correggere non trattandosi di inchiostro ed evitando, di conseguenza, tanti pastrocchi.
Non è tutto, la matita nera potrà farci da linea guida per poi applicare l’eyeliner, avendo creato il disegno della nostra riga e della nostra codina, ricalcarla sarà molto più semplice. In questi due casi sarebbe meglio utilizzare una matita a lunga durata, per evitare che si trasferisca il colore aprendo l’occhio.

Source: musely

Rossetto nero

Ed eccoci con l’ultimo metodo di utilizzo, forse il meno diffuso ed il più inusuale, sto parlando della matita nera applicata sulle labbra! Eh già ragazzi, se stasera uscite e avete voglia di stravolgere il vostro look, dargli un tocco dark/rock, ma non avete un rossetto nero, potete tranquillamente colorare le vostre labbra con una matita nera! Dovremo avere le labbra ben idratate ed utilizzare una long lasting altrimenti alla prima bevuta la nostra matita inizierà a sparire. Se le labbra dovessero seccarsi durante la serata basterà applicare un velo di burrocacao! Quando so di non dover cenare fuori, amo metterci sopra un gloss per ottenere un effetto vinilico e ultra specchiato, glamour da morire!

Allora ragazze, questi erano 7 modi per usare la matita nera al meglio! Siete anche voi fan della matita nera? Oppure proprio non riuscite ad usarla? Che siate agli inizi o che siate già delle beauty addict so per certo, che tutte voi avete almeno una matita nera nel vostro beauty, ora sbizzarritevi a creare! Alla prossima pillola!