I prodotti da utilizzare e tutti gli step per la corretta rimozione del make-up!

Bentornate ragazze!! Se siete interessate a questo argomento vuol dire che avete bisogno di qualche consiglio extra per rendere ancora più efficace la fase della rimozione del make-up!

Lo ammetto è noioso, l’idea non ci entusiasma e infatti troppo spesso è sottovalutato, ci si limita ad un unico e veloce gesto come l’utilizzo di una salvietta o un qualsiasi altro struccante. Ma questo non basta!
Rimuovere bene il make-up è un’abitudine fondamentale per la salute della nostra pelle. Lasciare residui infatti, oltre a promuovere la fuoriscita di brufoletti e brufolacci, non permette un efficace assorbimento dei prodotti da trattamento, che andiamo ad applicare successivamente.
Soprattutto prima di andare a letto dobbiamo fare questo piccolo sforzo, in quanto la pelle durante la notte si rigenera e la presenza di sporcizia non aiuta questo processo, ottenendo come risultato una pelle spenta, grigia e con il passare del tempo, anche invecchiata e più ricca di imperfezioni.
Ora che vi ho intimorito quanto basta, possiamo vedere insieme quali sono i passaggi da effettuare per una corretta rimozione del make-up!! Esistono vari metodi per la rimozione del trucco, si può adottare quello che si preferisce in base a fattori personali, oppure in base al tipo di trucco da rimuovere, fattore sul quale mi baso personalmente. Ecco perchè mi piace effettuare 2 diversi metodi, a seconda del trucco da rimuovere, ciò non toglie, che entrambi sono validi, se effettuati correttamente.

Struccare un make-up leggero

1° passaggio:

Quando dobbiamo rimuovere poco prodotto dal viso possiamo utilizzare un’acqua micellare delicata, oppure se preferiamo, una bifasica e, dei dischetti di cotone. L’accortezza principale da avere, è quella di non strofinare né viso né occhi! Bisogna fare gesti delicati, ci penserà il dischetto imbevuto di prodotto a catturare il make-up. Non dimentichiamo di passare il dischetto anche all’attaccatura dei capelli! Per rimuovere il mascara invece, basterà tener fermo il dischetto sugli occhi per qualche secondo e poi con delicati movimenti verso il basso, asportare il mascara ormai sciolto. Se si tratta di un mascara waterproof bisogna utilizzare necessariamente un micellare bifasico, che contenendo una parte oleosa, lo scioglierà in modo più efficace. Questa piccola attenzione ci aiuterà a preservare le nostre amate cigliozze!

In questo passaggio è possibile utilizzare anche un latte detergente, metodo che non amo particolarmente, è efficace SI, ma richiede più tempo per essere massaggiato in modo da sciogliere bene il trucco. Sconsigliatissime invece le salviettine struccanti, che contengono spesso ingredienti aggressivi per la pelle, mentre quelle più delicate non riescono ad asportare efficacemente tutto il make-up. Mi raccomando, salviettine solo in caso di emergenza

2° passaggio:

Dopo aver rimosso il trucco non abbiamo finito! La pelle appare pulita ma potrebbe nascondere ancora dei residui, è per questo che entra in gioco un detergente per il viso.

Potete sceglierlo in base alle esigenze della vostra pelle, ne esistono di varie tipologie, ma in generale sconsiglio quelli scrubbanti (ovvero quelli con particelle microesfolianti) per un utilizzo giornaliero, in quanto potrebbero risultare troppo aggressivi! Meglio optare per uno delicato. Basterà massaggiare il nostro detergente per circa 50 secondi e poi risciacquare abbondantemente con acqua tiepida. Io amo il Rilastil, lascia la pelle morbida, senza dare la sensazione di pelle che tira.

3° passaggio:

Ultimo step della detersione è il tonico! Anche questo va scelto in base alla tipologia di pelle. A volte questo passaggio viene considerato un plus, ma secondo me può davvero fare la differenza in quanto a texture della pelle. Questo ci aiuta a richiudere i pori che si sono aperti, durante la detersione e a riequilibrare il Ph della pelle. Scegliete sempre un tonico non estremamente astringente, potrebbe asciugare eccessivamente lo strato lipidico della pelle, causando come risposta un’eccessiva produzione di sebo.

La Roche Posay, Tonico Lenitivo.

Struccare un make-up strong

Quando devo struccare qualcosa di più resistente, come il make-up del sabato sera oppure un make-up da cerimonia, mi avvalgo della doppia detersione che mi assicura una pulizia profonda e rapida.

Struccare gli smokey eye è un’ardua impresa!!

1° passaggio:

Olio struccante! Eh si anche avendo una pelle mista, amo usare gli oli per struccarmi, sono super efficaci nello sciogliere il trucco waterproof e molto rapidi nel farlo! Ne esistono di vari tipi, solidi o liquidi e anche questi possiamo sceglierli in base alla tipologia di pelle.

L’olio è adatto a tutti i tipi di pelle, anche quelle oleose, in quanto agendo per affinità, non altera il film idrolipidico della pelle, non la aggredisce e non la priva del suo strato lipidico, in modo da non stimolare una ulteriore produzione di sebo. Una volta applicato lo massaggiamo su viso e occhi per più di 30 secondi, in modo da sciogliere bene tutto il make-up.

2° passaggio:

Detergente! Anche se alcuni oli non hanno bisogno di essere rimossi con un detergente, consiglio di farlo, per assicurarci la sensazione di pelle pulita e liberare i pori al 100%. Utilizzeremo quindi, un detergente schiumogeno applicato direttamente sull’olio, che andrà ad attutire la forza del detergente stesso, in modo da non aggredire e seccare la pelle. Massaggiamo dappertutto anche il detergente e poi risciacquiamo con acqua tiepida.

3° passaggio:

Tonico! Bisogna sempre concludere la detersione con un tonico per riequilibrare il ph della pelle, inoltre esistono tonici con funzioni specifiche che possono aiutare a migliorare l’aspetto generale della pelle. Ora che il nostro viso è perfettamente libero dalle impurità possiamo procedere con gli step successivi di idratazione!

Che sensazione meravigliosa!

Ragazze, ovviamente questi sono tutti i passaggi che effettuo per una detersione completa prima di andare a letto, se dovessi struccarmi per poi ritruccarmi, utilizzerei della semplice acqua micellare. Preferisco alternare i 2 metodi, perchè reputo che la doppia detersione sia molto più rapida nella rimozione di un make-up bello intenso.
È vero si tratta sempre 3 passaggi, ma una volta adottata questa abitudine, impiegherete al massimo 5 minuti per effettuarli e i benefici per la salute della pelle saranno molteplici. Bisogna imparare a prendersi cura della propria pelle, sia per poter utilizzare meno prodotti make-up sul viso, sia per aumentarne la performance. Una pelle curata, apparirà radiosa e fantastica anche con pochissimi prodotti!
Insomma questi sono i metodi, secondo me, più efficaci per la corretta rimozione del make-up.
E voi come preferite effettuare questa routine? Mi raccomando sempre pulite e deterse prima di poggiare il viso sul cuscino! Io vi osservo!! Ci vediamo prestissimo!!!