Appare nelle ricerche di Google quando viene digitato
https://theklog.co

Come strutturare la skincare efficace per pelle grassa ed impura

Non rincorrere la perfezione, rincorri il progresso”

È così che voglio accoglierti in questo articolo dedicato alla pelle grassa. So che sei impaziente di leggere subito i rimedi che possano mettere fine alla tua grana e ti assicuro che ci arriveremo presto.

In questo articolo ti aiuterò a strutturare una skincare completa per la pelle grassa ed impura. Fornendoti le indicazioni necessarie per effettuarla nel modo giusto e poter ottenere quel progresso che ti sembra inarrivabile.

Ti parlerò dei prodotti ad oggi considerati più efficaci, approvati e consigliati dalla scienza. Vedremo perché questi ingredienti sono così efficaci analizzando anche le loro proprietà e il meccanismo di azione.

Se seguirai attentamente le indicazioni che ti darò, ti assicuro che potresti beneficiare di un solo effetto collaterale: il progresso.

Prima però ho bisogno di parlarti e di fornirti alcune informazioni base che probabilmente ignori e che potrebbero rivelarsi estremamente risolutive.

Concediti del tempo per assimilare queste informazioni, ti do la mia parola che non sarà sprecato. Nel corso di questa lettura imparerai tanto sulla pelle grassa e su come ottenere dei risultati senza dover ricorrere a trattamenti super costosi.

Sai, il primo passo verso la soluzione di un problema comincia sempre dalla consapevolezza di esso stesso.

Se stai vivendo una situazione di disagio legato alla pelle grassa e alle imperfezioni ricorda che la perfezione non esiste! È vero, oggi più che mai siamo circondati dall’ossessione della pelle perfetta che ci fa sentire continuamente fuori posto.

Spesso ci dimentichiamo però, che le fotografie pubblicate su Instagram o sulle riviste sono sapientemente ritoccate da applicazioni e programmi di Photoshop.

Niente è reale, è tutto modificato in base alle richieste della società.

Come posso esserne sicura?

Sono una truccatrice, lavoro nel campo della bellezza, realizzo contenuti per Instagram ed anche io, come tutte le content creator, ritocco la mia pelle nelle foto.

Io ho una pelle mista/grassa a tendenza acneica e per quanto io possa aspirare ad avere una pelle perfetta lei è sempre lì a ricordarmi di non esserlo affatto.

È così. La società, le aziende, i contenuti che bisogna creare per i social, richiedono degli standard ben precisi e la pelle imperfetta non rientra tra questi, tanto che anche i pori vengono visti come una caratteristica della pelle da dover eliminare. ASSURDO.

Ma non siamo qui per piangerci addosso! Se vuoi leggere questo contenuto è perché stai vivendo un disagio e vuoi che qualcuno ti indirizzi per trovare la soluzione e la strada giusta da percorrere.

Appare nelle ricerche di Google quando viene cercato "pelle grassa"
Credits: https://i-d.vice.com

Come ho affrontato la pelle grassa

Personalmente ho iniziato a studiare la condizione della pelle grassa perché mi causava un malessere e nel farlo mi sono accorta di una cosa:

Sono ancora troppo diffuse informazioni del tutto errate sulla pelle grassa e questo porta trattarla in maniera del tutto sbagliata senza ottenere mai un minimo progresso.

Proprio per questo motivo ho iniziato a scrivere di skincare.

Io sono una truccatrice e ho sempre avuto la passione per la cura della pelle. All’età di 20 anni circa la mia pelle ha iniziato a cambiare ed è diventata da normale a grassa a causa di sbalzi ormonali.

Ho consultato dei dermatologi, i quali puntualmente mi proponevano cure orali farmaceutiche.

Sia ben chiaro, non ho nulla in contrario a tali cure, ma la mia condizione non era poi così grave da richiedere dei farmaci. Io cercavo una cura topica, non invasiva ma nessuno è stato mai in grado di indirizzarmi su quali prodotti dovessi adottare.

Così ho iniziato ad acquistare libri di dermatologia e cosmetologia e a seguire video di medici (anche in lingua inglese) specializzati in materia e a capire da sola di cosa avessi bisogno.

Non mi voglio dilungare ulteriormente sulla mia storia ma ad oggi posso dire di essere super soddisfatta dei miei progressi tanto che il mio scopo è diventato quello di formare il consumatore (si, sto parlando di te) indirizzandolo alla soluzione e soprattutto agli acquisti giusti.

Mi auguro di non averti annoiato con la mia esperienza ma spero possa esserti utile per farti capire che non sei solo/a. Credo sia proprio arrivato il momento di entrare nel vivo dell’argomento.

Pelle grassa: non sono tutte uguali

Una pelle grassa è una pelle caratterizzata dall’iperattività delle ghiandole sebacee e quindi da un’eccessiva oleosità che si manifesta uniformemente su tutto il viso.

La pelle grassa si lucida eccessivamente in qualsiasi momento della giornata, con qualsiasi temperatura esterna (caldo o freddo), in qualsiasi periodo dell’anno (tutte le stagioni).

Talvolta invece che lucidarsi diventa opaca a causa della cerosità del sebo che produce. La pelle grassa può presentare anche imperfezioni come papule, pustole, pori dilatati e comedoni (punti neri e bianchi).

Tuttavia non tutte le pelli grasse sono uguali e ognuna può avere caratteristiche diverse. In effetti esistono:

  • La pelle grassa impura caratterizzata da reazioni infiammatorie papule e pustole;
  • La pelle grassa oleosa che presenta sebo molto fluido, pelle sempre lucida e pori spesso molto dilatati;
  • La pelle grassa asfittica si contraddistingue dalle altre per avere uno strato corneo secco e ruvido ma allo stesso tempo sebo denso e ceroso comedoni e spesso papule (brufoli sottopelle)
  • La pelle mista è una tipologia di pelle grassa, in essa coesistono condizioni di pelle normale/secca e condizioni di pelle grassa soprattutto nella zona T.

La pelle mista va curata diversificando i trattamenti a seconda delle zone del viso, se hai la pelle mista puoi seguire tutte le indicazioni che troverai in questo articolo, avendo cura di idratare maggiormente le zone secche del viso.

Pelle grassa e alimentazione

Non di rado sentiamo frasi del tipo: mi è spuntato un brufolo, tutta colpa della cioccolata!

Lascia che ti dica una cosa:

È vero ma è anche falso. In effetti imperfezioni e pelle grassa vengono spesso collegati ad una cattiva alimentazione, ma la causa non è da ricercare solo nella cioccolata. POVERINA.

Credits: mary1968.tumblr.com

La cioccolata zuccherata come qualsiasi altro cibo elaborato, mettono a dura prova il fegato e la pelle che sono organi emuntori.

I cibi più incriminati sono quelli con un indice glicemico molto elevato come appunto, cioccolato (zuccherato), dolci, pane bianco, grano, mais, orzo ecc…

Tutti questi cibi richiedono immediato rilascio di insulina nel sangue, un ormone altamente infiammatorio per il corpo, che stimola la produzione di ormoni androgeni (responsabili di iperproduzione sebacea ed iper-cheratinizzazione).

Tranquilli non è mio compito mettervi a dieta, io mangerei pizza e cioccolato tutti i giorni della mia vita.

Comunque per quanto questa teoria possa essere plausibile, in realtà subisce sempre pareri molto contrastanti. Direi che l’unico modo per convalidare la tesi sarebbe quella di fare un test su voi stessi, eliminando o riducendo il consumo dei cibi incriminati e verificare un possibile miglioramento.

Pelle grassa e squilibri ormonali

Quando si ha una pelle grassa ci sono (quasi) sempre problematiche di fondo e gli squilibri ormonali spesso sono tra le principali cause.

L’eccessiva produzione di progesterone, oppure di cortisolo, il cosiddetto ormone dello stress (causato dallo stress) possono contribuire ad alimentare la produzione eccessiva di sebo.

Il progesterone alimenta l’attività delle ghiandole sebacee favorendo la produzione di sebo, mentre il cortisolo attiva la produzione di insulina che come abbiamo visto prima, a sua volta stimola la produzione di ormoni androgeni.

Quando a seguito di sbalzi ormonali abbiamo condizioni di acne molto severa possiamo solo rivolgerci ad un medico specialista. Ma modificare le proprie abitudini di skincare sarebbe sempre il primo passo da affrontare.

Credits: https://hannahserrano.mymonat.com

Come strutturare la skincare routine per pelle grassa:

Detergi la pelle, ma non troppo!

Il primo passo verso qualsiasi skincare routine efficiente è detergere il viso per liberarlo da qualsiasi impurità.

Chi ha la pelle grassa tende a farlo però, fin troppe volte al giorno e questo altera la barriera idrolipidica rendendo più fragile la pelle.

La pelle va detersa al massimo due volte al giorno, mattina e sera.

Utilizza sempre un un detergente delicato. Optare per uno schiumogeno a base di acido ialuronico che non sgrassa eccessivamente, è la scelta ideale.

detergente per pelle grassa

Acquista su Amazon: Neutrogena Acqua Gel Detergente Viso, Hydro Boost

Se hai l’esigenza di lavare il viso in seguito ad attività fisica puoi farlo con un’acqua micellare che risulta ancora più delicata. CHE VA RISCIACQUATA SEMPRE.

Acquista su LOOKFANTASTIC: Acqua micellare Garnier. PREZZO €6,95

Imperfezioni sottocutanee: doppia detersione

La doppia detersione ci permette di lavare il viso con due prodotti diversi.
Mi spiego meglio, la doppia detersione prevede due fasi e l’utilizzo di due detergenti, uno oleoso ed uno schiumogeno.

La prima fase provvede a sciogliere il sebo con una sostanza affine, il detergente oleoso per l’appunto, in grado di penetrare e sciogliere il sebo anche nei pori.

La seconda fase invece, provvede alla rimozione dell’olio con una sostanza che va in contrasto con la precedente, ovvero un detergente schiumogeno.

DHC olio detersione profonda doppia detersione
Credits: www.daninoce.com

Acquista su LOOKFANTASTIC: DHC olio detersione profonda. PREZZO a partire da €5.95

Come si fa la doppia detersione?

A viso asciutto si massaggia una piccola quantità di olio detergente per circa 30 secondi, questo aiuterà a sciogliere il sebo.

Si passa poi al detergente schiumogeno, che dovrai utilizzare direttamente al di sopra della sostanza oleosa, dopodiché puoi iniziare ad aggiungere acqua all’intruglio che hai spalmato sul viso.

Inizierà a formarsi una soffice schiuma che ingloberà tutta la sporcizia che hai accumulato.

Il tutto può essere semplicemente risciacquato con acqua oppure preferibilmente rimosso con un panno in microfibra. Questo panno aiuta aiutare a rimuovere le cellule morte accumulate in superficie, effettuando una micro-esfoliazione.

Ti raccomando di effettuare la doppia detersione solo una volta al giorno (preferibilmente la sera).

ATTENZIONE: Non utilizzare il panno in microfibra né qualsiasi altro genere di esfoliante meccanico (scrub) se si è in presenza di acne infiammata.

Acquista su Amazon: Guanto per il Viso in Microfibra Pulizia Viso Riutilizzabile Ipoallergenico. PREZZO: €12,90

Acidi esfolianti: cos’è l’acido salicilico

Probabilmente non lo conosci, ma è miglior tuo alleato! L’acido salicilico è un esfoliante chimico, capace di sciogliere le cellule morte dallo strato epiteliale.

Monia, ci sono tanti acidi esfolianti in commercio, devo scegliere per forza quello salicilico?

SI. C’è una motivazione ben precisa per il quale questo acido è molto più efficace di tutti gli altri e sta nella sua struttura chimica.

L’acido salicilico è un beta idrossiacido (BHA), gli altri acidi sono alfa idrossiacidi (AHA). Questo cambia la sua struttura molecolare e lo rende liposolubile, capace cioè di sciogliere i grassi (sebo nel nostro caso).

Tale caratteristica rende più facile il suo viaggio attraverso i pori della pelle, riesce a penetrare più in profondità liberandoli dalla presenza di sebo e cellule accumulate, che possono ostruirli.

Per intenderci meglio, immaginiamo la pelle come un pavimento ricco di venature in rilievo. Mentre gli altri acidi AHA spazzano la polvere superficiale, l’acido salicilico BHA penetra nelle fessure del pavimento e rimuove anche quella intrappolata. Facile no?

Credits: Musa.digital

Ma non si limita a questo, possiede anche proprietà antibatteriche e antinfiammatorie.

L’acido salicilico ha affrontato tanti test scientifici e la sua efficacia è inconfutabile. Al suo utilizzo costante sono state attribuite le capacità di prevenire e contrastare la comparsa di punti neri e bianchi, affinare i pori, esfoliare la pelle, donare luminosità, rimuovere il sebo in eccesso.

Come si usa l’acido salicilico?

Dopo la detersione, preferibilmente solo la sera.

Si tratta di una lozione del tutto liquida, puoi quindi metterla sulle mani e applicarla sul viso, oppure puoi aiutarti con un dischetto di cotone, come se applicassi un tonico.

Se la tua pelle lo tollera puoi utilizzare questa lozione anche due volte al giorno (sempre e solo dopo la detersione), ma inseriscilo in maniera graduale nella tua skincare per evitare reazioni spiacevoli della pelle.

L’acido salicilico non è una sostanza fotosensibilizzante, nonostante ciò è sempre consigliabile utilizzare una protezione solare.

I retinoidi contro pelle grassa e imperfezioni

Probabilmente, anzi quasi certamente avrai già sentito parlare dei retinoidi, meglio conosciuti come vitamina A. Con il termine retinoidi ci riferiamo ad un gruppo di molecole di cui fa parte il retinolo, la sostanza che ci interessa più nello specifico.

Perché ci interessa il retinolo? Questa sostanza è forse più conosciuta per la sua azione anti-age ma non tutti sanno che è ideale per trattare anche le imperfezioni.

Si tratta di uno degli ingredienti cosmetici più affidabili in assoluto e uno dei più acclamati dalla scienza per la sua efficacia testata.

Devi sapere che le cellule della pelle hanno un ciclo vitale di circa 28 giorni, questo processo può rallentare a causa di vari fattori, uno dei quali è l’invecchiamento cutaneo.

Maledetta vecchiaia.

Il retinolo non fa altro che stimolare un turnover cellulare (ricambio delle cellule) profondo, spingendo le cellule nuove verso la superficie e rimuovendo le cellule cutanee più vecchie.

Praticamente butta la roba vecchia per far spazio a quella nuova, un po’ come facciamo noi quando rinnoviamo il guardaroba!

Ecco che da qui deriva la sua fama di prodotto antiossidante, ma non è tutto.

Questa sua azione è particolarmente efficiente per normalizzare la secrezione sebacea e di conseguenza ridurre la comparsa di imperfezioni, accelerando addirittura la guarigione di quelle già presenti.

Sostanzialmente “allena” la pelle a smettere di produrre troppo sebo! Questo è il motivo per cui è così utile nella gestione dell’acne e delle problematiche generali che derivano dalla pelle grassa.

Come si usa il retinolo?

Puoi trovare il retinolo nelle creme o nei sieri ma consiglio di prediligere i secondi. La formulazione liquida di un siero consente un contatto più diretto del retinolo con la pelle e questo gli permette di svolgere al meglio la sua funzione.

Puoi utilizzare il retinolo la sera, dopo aver applicato la lozione a base di acido salicilico. Inizia sempre con un’applicazione graduale del prodotto (3 sere a settimana) per poi incrementarne l’utilizzo.

Ti raccomando di utilizzare una protezione solare, una pelle in continua rigenerazione ha bisogno di essere protetta dai danni del sole.

N.B. il retinolo mostra i suoi benefici sin dai primi utilizzi ma da il meglio di sé dopo circa 3 mesi, quindi abbi pazienza e costanza nel suo utilizzo se vuoi vedere risultati visibili.

Rimedi pelle grassa

Acquista su Amazon: RoC – Retinol Correxion Siero. PREZZO: €37,90

Niacinamide e acne

Anche la niacinamide ha un ruolo importante nel trattare le impurità cutanee. Questo è uno degli ingredienti più studiati a livello scientifico.

Alla niacinamide sono state attribuite diverse proprietà ma quelle che ci interessano più nello specifico sono quelle:

  • Antinfiammatorie
  • Sebo-regolatrici

In uno studio condotto nel 2013 dal dermatologo Z.Shamoradi si è constatato che la Niacinamide avesse addirittura effetti benefici sull’acne pari a quelli di un antibiotico.

La sua efficacia deriva dal fatto che è in grado di diminuire il rossore e l’infiammazione dell’acne in tempi molto ridotti. La niacinamide però oltre a funzionare come antinfiammatorio riesce ad avere anche un’azione sebo-regolatrice.

Questa combo la rende particolarmente ideale nel trattamento dell’acne in quanto una riduzione del sebo significa anche una riduzione delle imperfezioni legate ad esso.

Come utilizzare la niacinamide

Anche questo ingrediente può essere miscelato alle creme oppure può essere il principale costituente di un siero. Come per il retinolo anche per la niacinamide consiglio un utilizzo sotto forma di siero.

Si può applicare sul viso mattina e/o sera prima della crema idratante, se si fa uso di più sieri bisogna alternarli.

rimedi pelle grassa
Credits: www.abeautyedit.com/

Acquista su LOOKFANTASTIC: The Ordinary Niacinamide 10% + Zinc 1%. PREZZO €5,95

La pelle grassa va idratata e non nutrita

L’idratazione per una pelle grassa è sempre un argomento ostico. Il più delle volte si pensa che una pelle grassa non abbia nemmeno bisogno di una crema idratante.

Non è così, ovviamente. Tutti i tipi di pelle hanno bisogno di una crema idratante, ma in base alle esigenze va differenziata.

Non a caso esistono creme per varie tipologie di pelle, che svolgono funzioni del tutto diverse tra loro. Una pelle grassa ad esempio avrà bisogno sicuramente di un apporto idrico piuttosto che uno lipidico.

IDRICO= acqua
LIPIDICO= grasso

L’apporto idrico è fornito dalle sostanze umettanti, capaci di trattenere umidità e quindi di garantire la giusta quantità di acqua presente nella pelle. Le sostanze idrofili svolgono questo compito.

L’apporto lipidico è dato da sostanze oleose e burrose capaci di creare una barriera protettiva di “grassi” che garantiscono un film lipidico alla pelle. Gli idratanti lipidici svolgono questa funzione.

  • idratanti lipidici: alcune ceramidi, grassi poli-insaturi e idrocarburi (oli e burri).
  • idratanti idrofili: acido ialuronico, glicerina, pantenolo, allantoina, urea, sorbitolo, aloe, alcune ceramidi.

Le prime nutrono, le seconde idratano.

Nutrire vuol dire apportare sostanze lipidiche alla pelle, idratare invece vuol dire apportare sostanze idriche.

Rimedi pelle grassa ed imperfezioni BeautyPills
Credits: https://i.pinimg.com

Noi dalla pelle mista/grassa vogliamo le sostante idrofile perché quelle lipidiche pesano sulla pelle, nel vero senso della parola!

La pelle grassa non ha bisogno di altri grassi, ne giova abbastanza grazie al sebo che produce autonomamente.

Utilizzare gli idratanti idrofili è il modo migliore per non appesantire una pelle grassa.

Non mi dilungherò a parlare di ingredienti e creme adatte ad una pelle grassa perché te ne parlo ampiamente nell’articolo dedicato appositamente alle creme, se vuoi approfondire l’argomento puoi consultarlo:

Crema per pelle grassa/mista: prodotti consigliati e guida all’acquisto

Conclusioni finali:

Abbiamo fatto un lungo viaggio attraverso i prodotti ideali per una pelle grassa approvati dalla comunità scientifica. Ne abbiamo spiegato le caratteristiche e i meccanismi di azione in maniera molto semplice.

Da questa lezione avrai sicuramente capito come strutturare una skincare completa che possa aiutarti a migliorare la condizione della tua pelle grassa.

I prodotti che abbiamo visto sono davvero i più efficaci che io abbia mai provato, se inizi ad utilizzarli sii costante e non commettere l’errore di saltare l’applicazione o di cambiare prodotti in continuazione.

Non c’è cosa più sbagliata che tu possa fare!

Ma facciamo insieme un piccolo riassunto dei punti chiave utili a strutturare correttamente la skincare per pelle grassa:

  • Detergi la tua pelle max due volte al giorno con un prodotto delicato, alla sera prediligi la doppia detersione;
  • Dopo la detersione utilizza una lozione a base di acido salicilico 1 o 2 volte al giorno in base alle tue esigenze;
  • Implementa la skincare con due sieri di fondamentale importanza per il trattamento della pelle grassa: il siero al retinolo ed il siero alla niacinamide. Da alternare (retinolo sera, niacinamide mattina).
  • Sigilla la tua skincare con una crema a rapido assorbimento, adatta al tuo tipo di pelle che contenga sostanze umettanti e non lipidiche.

Ti do un ultimo e rapido consiglio: introduci una maschera a base di argilla un paio di volte a settimana da eseguire la sera prima della skincare routine.

Adesso è davvero tutto! Siamo giunti alla fine di questo articolo super formativo. Spero di averti aiutato a capire che si può agire in maniera efficace su una problematica della pelle ma solo se si utilizzano i prodotti giusti.

Sii costante nel trattamento e soprattutto abbi pazienza, vedrai che i risultati arriveranno!

Un bacio, Monia.